erwin_stricker[1]

Erwin Stricker nacque a Mattighofen (Austria) nel 1950 da genitori di origine sudtirolese. La famiglia fece ritorno in Alto Adige nel 1955, dove visse a Colle Isarco, prima, e a Varna, poi.

Nel 1969 entrò a far parte della Squadra Nazionale italiana di sci alpino, con la quale ottenne successi in tutte le discipline delle coppe mondiali. Nel 1972 e 1976 partecipò ai giochi Olimpici; nel 1976 si guadagnò il titolo di Campione italiano in discesa libera e, nel 1976, nella combinata.

In Coppa del Mondo salì due volte sul podio e si piazzò per 15 volte nelle prime 10 posizioni. Nel 1979 concluse la sua carriera sportiva e iniziò quella di imprenditore, destinata ad imprimere una svolta epocale nel mondo degli sport invernali.

Se già come sportivo Erwin Stricker aveva infatti lasciato il segno, fu una volta dismessi i panni dell’atleta che egli diede un enorme contributo allo sviluppo tecnologico dello sci per come lo conosciamo noi oggi. Tra le innovazioni tecniche partorite dalla sua fervida immaginazione, meritano in particolare di essere ricordate:

  • le racchette curvate per le discipline veloci;
  • il casco aereodinamico per la discesa;
  • il puntale ad uncino per gli sci da slalom;
  • i paraginocchia per lo slalom;

Senza dimenticare che fu alfiere e precursore dell’utilizzo del casco e che fu il primo, nel 1979, a far installare il primo cannone sparaneve.

Nel 1978 sposò l’olandese Linda Esser da cui ebbe 2 figli, Nina e Tim

Nel 1996, insieme alla moglie Linda e agli amici e colleghi Kurt Ladstätter e Gerhard Königsrainer, Erwin diede vita al gruppo di noleggio sci Rent and Go. Rent and Go è oggi il primo gruppo d’Italia del settore rental di qualità – presente con 70 punti noleggio, in franchising, in tutte le più rinomate località sciistiche d’Italia. Da qualche anno, inoltre, Rent and Go è anche partner privilegiato di diversi impianti sciistici presso Saibei, in Cina, frutto dell’amicizia e della collaborazione di Erwin e di sua moglie Linda con alcuni tycoon locali, desiderosi di portare il piacere dello sci anche nel loro Paese.

Non pago di tutto quanto già fatto, lungo la linea ferroviaria della Val Venosta Erwin Stricker diede vita anche alla ditta di noleggio bici Bici Alto-Adige: oggi riferimento a livello nazionale ed internazionale per le migliaia di turisti che desiderano attraversare le bellezze della Regione a bordo delle due ruote.

Erwin Stricker visse i suoi ultimi anni a Merano e morì il 28 settembre 2010 all’ospedale di Bolzano a causa di un male incurabile, lasciando un vuoto incolmabile in tutte le persone che gli vivevano attorno.

Il nome di Erwin, oltre a rimanere indelebile per gli appassionati dello sci, continua ad essere portato in alto dalla moglie Linda che negli anni ha non solo mantenuto, bensì accresciuto le attività create dal marito. Heil am Seil Erwin!